Storia- Nighthawk - Honda Nighthawk - @hawkfriend The Official Website

Vai ai contenuti

Menu principale:

Storia- Nighthawk

Articoli


Storia dell'Honda Nighthawk: l'inizio di un sogno ...

(by Savi_NERO)


In Italia l'Honda ha presentato al pubblico la "Nighthawk 650",  a fine 1984  (l’ha commercializzata solo dall’85 alla fine dell’87). Ha commercializzato solo due modelli (450 cc bicilindrica e 650 cc quadricilindrica) con due colorazioni (rosso e blu). Nel mondo, e negli States in particolare, l'Honda ha introdotto la serie Nighthawk nel 1982 con tre modelli: CB450SC, CB650SC e CB750SC Avevano molti componenti dei modelli CB esistenti, ma c'erano miglioramenti sostanziali, ed alcune novità nello styling sufficienti per giustificare la nuova denominazione dei modelli presentati, che non era una sigla, ma un nome, evidentemente riferimento al famoso caccia militare statunitense.
Il CB450SC Nighthawk era il miglioramento del CB400: aumento della cilindrata, nuovo sistema di lubrificazione interna, ingranaggi di trasmissione temprati, cambio a sei velocità, trasmissione a catena, ruote in lega, freno anteriore a disco, forcella ad aria regolabile ed ammortizzatori VHD.




Il 650 Nighthawk nella versione '82 riproponeva il classico motore Honda CB, quattrocilindri in linea dotato del SOHC (singolo albero in testa), cambio a 5 velocità, trasmissione a catena e ruote Comstar. Più di un "inizio" era il "canto del cigno" poiché, pur se per un nuovo modello, il motore è stato l'ultimo 4 in linea SOHC. Probabilmente l'Honda aveva un sacco di motori SOHC da togliere dai magazzini , oppure la produzione di motori era in ritardo su quello nuovo. Gli strumenti e i fari erano rotondi ed è stato anche l'unico anno in cui il modello 650 aveva un "quattro in quattro" di scarico. La cilindrata era di 627cc,ma aveva una caratteristica che dovrebbe essere riproposta: il manubrio regolabile ! Anche il CB750SC Nighthawk ha iniziato la sua "vita" con una trasmissione a catena, utilizzando il motore esistente CB750, 16 valvole, DOHC (doppio albero a camme in testa) quattro cilindri in linea, ma con tutto il resto ridisegnato e riprogettato .

L'anno successivo, il 1983 portò molti cambiamenti introducendo il CB550SC Nighthawk, un "cruiser" ed il CB650SC Nighthawk completamente ridisegnato, che, per caratteristiche tecniche, rivaleggiava con le altre 750. Si presentava con un nuovo design a forte impatto visivo ed una serie di dotazioni molto interessanti che ne migliorava la gestione complessiva con scelte ergonomiche quali la trasmissione a cardano, la regolazione automatica della catena dell'albero a camme e nuova gestione della frenata era migliorata



Il CB750SC era ancora in catalogo, ma non lo rimarrà ancora per molto, perchè nel 1983 il governo degli Stati Uniti, nel tentativo di difendere le vendite dell'Harley- Davidson, mise severe imposte sulla importazioni di moto con cilindrata superiore ai 700cc. Nel 1984 è stato commercializzato negli Stati Uniti, il CB700SC, mentre il 750 Nighthawk S è stato prodotto dal 1984 al 1986, ma non è stato venduto negli Stati Uniti. Il modello 450 rimase invariato .

Dei due modelli dell'84 da subito ha colpito il nuovo motore, con DOHC e tendicatena automatico dell'albero a camme. Le moto avevano di serie un piccolo cupolino che gli conferiva un aspetto sportivo.Il modello 650 è rimasto in produzione fino al 1986.
La 550 è stata abbandonata nel 1983, tranne in Canada, dove è stato prodotto il CB550SC-E, ma anche questa versione canadese pare non sia stata più prodotta dopo il 1984.  Nel 1987 la produzione dell'Honda spaziava su diversi modelli, da più sportive, alle cruiser e da turismo, ma nessun Nighthawks! Così è stato fino al 1990, quando l'Honda ha, finalmente, resuscitando la serie Nighthawk con il modello 1991, riconoscendo l'errore fatto. La nuova versione è stata venduta in due cilindrate, un bicilindrico di 250cc e un 4 cilindri in linea da 750cc, anche in America, dato che la grossa cilindrata ora non era un più un problema, avendo l'Harley-Davidson superato la sua crisiEntrambe le moto erano molto ben progettate e competitive sul mercato. Il progetto aveva raggiunto la perfezione e finalmente l'Honda ha lasciato il design inalterato, salvo spostare la posizione del blocco motore. Ci sono ci sono stati cambiamenti di colore per i modelli del '93 e un nuovo motore nel 1997. Nel 2008 termina la produzione del 250.

Voci di una riproposizione di un nuovo Nighthawk da 450 cc. si sentono ogni tanto, ma, purtroppo, queste chiacchiere non si sono ancora concretizzate. Speriamo, sarebbe una gran bel ritorno.




 
Torna ai contenuti | Torna al menu